Vai al contenuto
Diminuisci la visualizzazione Incrementa la visualizzazione Resetta la visualizzazione
SINP - Vai al Portale territoriale Provinciale
Lo sviluppo sostenibile delle aree montane

Green mountainGiovedì 6 dicembre si terrà il 2° appuntamento sul tema “Lo sviluppo sostenibile nelle aree montane, un’opportunità di gestione condivisa” nell’ambito del progetto “Green Mountain” dove gli enti partner sono la provincia di Macerata e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Il Progetto è finanziato dal Programma SEE, South East of Europe, un’area di cooperazione transnazionale tra le più complesse e variegate nonché la più ampia tra quelle che usufruiscono dei programmi di cooperazione transnazionale attualmente attivi. L’asse d’intervento prioritario e gli obiettivi specifici riguardano la promozione della cooperazione nella gestione del patrimonio naturale e delle aree protette. L’obiettivo generale del progetto è quello di sviluppare, e di trasferire congiuntamente, un modello di sviluppo e gestione sostenibile in grado di fornire una strategia integrata per migliorare la valorizzazione e la conservazione delle aree montuose, protette e sensibili. Nove paesi - rappresentati da 11 organizzazioni (3 Parchi nazionali, 3 amministrazioni locali, 3 amministrazioni regionali, 2 organizzazioni nazionali, 1 centro di ricerca) - hanno sviluppato nella prima fase di lavoro un modello di gestione e sviluppo sostenibile, sulla base dei risultati di tre precedenti gruppi di lavoro che hanno riguardato l’individuazione di attività economiche sostenibili, i metodi e le strategie per la gestione coordinata del territorio e i metodi e le strategie di informazione, la formazione e la sensibilizzazione. Basandosi sui risultati di questi tre tavoli di lavoro, del modello comune e delle linee guida europee, i partner del progetto, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e la Provincia di Macerata, dovranno redigere un unico Piano di Gestione che includa i rispettivi territori, o parte di essi, e coordinare la suddetta azione con il processo di concertazione territoriale da avviarsi in parallelo. Oltre agli obiettivi generali e alle specifiche priorità, il coinvolgimento dei portatori di interesse, le modalità di cooperazione e le misure valutative, il Piano dovrà contenere azioni concrete da mettere in atto, includendo per ognuna di esse gli strumenti da attivare e le risorse umane e finanziarie necessarie. Il Piano di Gestione non dovrà essere solo uno strumento politico-amministrativo a medio-lungo termine, ma anche un piano d’azione concreto a breve-medio termine.
In questa ottica, il workshop vuole porre le basi del processo di concertazione con i portatori di interesse che la Provincia e l’Ente Parco vogliono coinvolgere in tutte le fasi della pianificazione e dell’attuazione.

Per ulteriori informazioni sul progetto, visualizzare il sito di Green Mountain.

  • Data di pubblicazione: 29/11/2012 ore 18:01
Condividi questa pagina con:
Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • Wikio IT
  • MisterWong
  • Y!GG
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Alltagz
  • Ask
  • BarraPunto
  • blinkbits
  • BlinkList
  • Bloglines
  • blogmarks

Cerca nel sito