Vai al contenuto
Diminuisci la visualizzazione Incrementa la visualizzazione Resetta la visualizzazione
SINP - Vai al Portale territoriale Provinciale
Trent’anni e non sentirli. La Raci torna a stupire

Una torta farcita di eccellenze per una splendida, vivacissima trentenne: la Rassegna Agricola del Centro Italia che cresce, e invecchiando migliora, e che, per il compleanno 2014, è pronta a svelare, venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 maggio al Centro Fiere di Villa Potenza di Macerata, tutto il fascino delle mille specialità di cui è capace.
Dalla scorsa edizione, infatti, non promuove più soltanto l’agricoltura, la zootecnia e l’enogastronomia, ma anche l’ambiente e il turismo sportivo ed escursionistico per esaltare al meglio e contemporaneamente i variegati aspetti e le bellezze del territorio. Una terra vitale, da preservare, dove lo sviluppo vuole e riesce ad essere sostenibile, nel rispetto della natura, della biodiversità e della sicurezza alimentare.
È una vera e propria anteprima ai grandi temi di “Milano Expò 2015” la Raci e così l’ha concepita la Provincia, che ci ha creduto e a ragione.
L’anno scorso la Rassegna maceratese ha raddoppiato in numeri - oltre 35 mila presenze - e soprattutto in qualità, e per l’edizione 2014 già si annuncia un più 20% di espositori. Merito di un formidabile lavoro di squadra: accanto alla Provincia, l’Associazione Allevatori delle Marche, la Regione, la Camera di Commercio di Macerata, il Comune di Macerata, che sono gli Enti sostenitori, e poi l’Assam, l’Ais, l’Imt, Coldiretti, Copagri, Cia, Confagricoltura, Confartigianato, Cna e le molteplici associazioni e realtà dell’economia, del turismo, dell’ambiente, dell’istruzione, della cultura che hanno reso la Raci un autentico punto di forza per la promozione, la valorizzazione e la tutela del territorio.
Un fenomeno “culturale” a 360° rivolto non solo agli operatori agricoli e agli esperti della meccanizzazione agricola, del florovivaismo e della zootecnia, con l’immancabile Mostra nazionale dei bovini di razza Marchigiana e convegni-dibattiti mirati, ma pensato innanzi tutto per i consumatori, i giovani e le famiglie che potranno conoscere da vicino gli animali e i prodotti della terra, confrontarsi con gli allevatori e i produttori, degustare vino, olio e birra agricola, imparare a fare il pane, i dolci, la pasta, riscoprire le ricette grazie ai laboratori dell’Istituto Alberghiero di Cingoli e dell’Agraria di Macerata.
Senza dimenticare le iniziative per avvicinare bambini e genitori a una sana alimentazione, alla natura e agli animali: le fattorie didattiche di “Contadini per un giorno”, l’Asinobus de “La Carovana” con tanto di diploma del piccolo carovaniere, i laboratori Cea di educazione ambientale, la tosatura delle pecore, la tessitura della lana sono solo alcune delle attività che si potranno sperimentare. Innumerevoli le animazioni proposte, con un occhio di riguardo, quest’anno, per i cavalli e gli spettacoli equestri a cura dell’Aream/Fise, per rilanciare non solo l’equitazione, ma anche l’ippoturismo.
E ancora, animazioni dell’Aeroclub Sibillini, di Nordic Walking con istruttori specializzati, del folklore de “Li Pistacoppi” di Macerata e del gruppo “Urbanitas” di Apiro, dell’arte dell’infiorata di Castelraimondo, di promozione turistica ad opera dell’Istituto Pannaggi di Macerata, per arrivare agli eventi “Sotto le stelle”, con gli assaggi gratuiti di polenta del Comitato Santa Maria in Selva e gli spettacoli messi in scena niente di meno che da Musicultura.
Per saperne di più: www.raci.provincia.mc.it

  • Data di pubblicazione: 03/05/2014 ore 15:53
Condividi questa pagina con:
Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • Wikio IT
  • MisterWong
  • Y!GG
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Alltagz
  • Ask
  • BarraPunto
  • blinkbits
  • BlinkList
  • Bloglines
  • blogmarks

Cerca nel sito